Focus di viaggio, Lifestyle

Come organizzare un viaggio: consigli da mettere in pratica

La fase di preparazione di un viaggio spesso viene sottovalutata ma è in realtà fondamentale: dal modo in cui l’avete organizzata dipenderà la riuscita del viaggio. Certo in ogni caso vi troverete in una città, che sia in Italia o all’estero, che volevate visitare, ma per poter visitare il maggior numero di attrazioni, sfruttare al meglio i giorni di permanenza e limitare le eventuali problematiche è necessario partire con un piano di viaggio. Un piano efficiente inizia da:

La scelta della meta  

Viaggiare significa visitare e vivere una città per un lasso di tempo determinato. Quando organizzo un viaggio penso prima di tutto a dove vorrei andare, selezionando più mete. Ma è inutile negare che nel scegliere una destinazione si deve fare i conti con il budget.  Un budget  limitato non vi permetterà di andare in destinazioni molto “esclusive” ma vi permetterà comunque di viaggiare. È importante monitorare costantemente i prezzi dei biglietti aerei (se volete andare all’estero) e le offerte presenti su vari siti di viaggio.  Nonostante nella vostra testa avete una meta prefissata vi consiglio di essere “flessibili”: una buona offerta su alcuni voli potrebbe permettervi di visitare una città a cui non avevate pensato.

Informati

Dopo aver trovato la meta giusta, comprato i biglietti, prenotato l’albergo informatevi il più possibile prima di partire. Selezionate alcuni luoghi da visitare nonché controllate il sito web dei musei scelti. In questo modo potrete capire se ci sono tessere da acquistare online che vi possano far risparmiare visitando più attrazioni. Lo stesso discorso vale per eventuali abbonamenti per i mezzi di trasporto. In molte città europee ci sono abbonamenti giornalieri, di tre giorni o di una settimana. Consiglio: se decidete di acquistare un abbonamento per i mezzi pubblici controllate se prevede anche il trasporto fino all’aeroporto.  Inoltre è importante conoscere i documenti da avere al momento della partenza. Non sottovalutate questo aspetto. Se siete diretti a Londra ovviamente potete utilizzare la vostra carta d’identità durante la fase di check-in ed imbarco ma un documento danneggiato non vi permetterà di partire.

fonte immagine: www.express.co.uk

Conoscere il territorio

Quando pianifico un viaggio scrivo sempre una lista dei luoghi da visitare, e come vi ho già detto controllo i vari siti web. Con lista a la mano cerco dove sono ubicati utilizzando Google Maps. In questo modo posso avere più informazioni sia nella fase della prenotazione alberghiera sia in quella della suddivisione in settori della città. Ogni giorno è dedicato ad un settore da visitare dove sono raggruppati alcuni siti interessanti. In questo modo si evita di prendere mezzi pubblici per andare da un capo all’altro della città. Inoltre se siete all’estero e non avete l’abbonamento internet potete selezionare i vostri luoghi di interesse, sempre su Google Maps, per poi scaricare sul vostro cellulare la cartina in modalità offline (io l’ho utilizzato sia durante l’ultimo viaggio a Vienna che in Svezia e Norvegia). Trovo che sia davvero utile. È possibile trovare ulteriori informazioni su: https://support.google.com/maps/answer/6291838?hl=it&ref_topic=3092425 . Studiare il territorio implica fare ricerche e leggere recensioni riguardanti ristoranti e piatti tipici.

2 thoughts on “Come organizzare un viaggio: consigli da mettere in pratica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *